Roger Federer: Il ritorno del Re


Il tennista svizzero al rientro dall’infortunio, compie un’impresa straordinaria conquistando l’Australian Open in una finale dai mille ricordi contro il rivale Nadal.

Il Re è tornato! Dopo sei mesi fuori per infortunio, a quattro anni e mezzo dal suo ultimo trionfo in uno Slam a sette anni dal suo ultimo trionfo australiano, Roger Federer vince la finale dell’ Australian Open contro il rivale di sempre Rafa Nadal tornato anch’ egli sui livelli di un tempo.

É stata una bella finale da consegnare alla storia, non solo per il fascino della sfida tra i due protagonisti, ma perché è stato un match equilibrato giocato per ampi tratti ad alto livello. Roger si è affidato al suo solido servizio portando a casa il primo set abbastanza facilmente, ma ha dovuto fare i conti con la grinta di Rafa che non ha concesso praticamente nessun “gratuito”, costringendo lo svizzero a forzare sempre la giocata e ha consentito allo spagnolo di portare a casa il secondo set. Nel terzo parziale Federer ha reagito con una prova di forza, portando due break che gli hanno consentito di chiudere 6-1 in proprio favore. Ancora una volta però Nadal si è rialzato non ha concesso praticamente nulla all’avversario svizzero Federere ha aumentato i propri “vincenti” impattando così il set sul 2-2. L’inerzia della partita sembrava pendere a favore di Rafa, complice il break portato in apertura del terzo set. Sotto 3-1 al quinto set Federer si è scrollato di dosso la pressione e ha cominciato a giocare senza la paura che pareva averlo condizionato in precedenza quando gli era mancato il colpo del ko. Un cambio di marcia che ha fatto male a Nadal incapace di reagire sotto i colpi vincenti dello svizzero fino al 6-3 finale.

Una dei più bei trionfi della carriera di Federer, perché partiva da numero 17 del tabellone, ha dovuto battere tre Top Ten (Nishikori, Wawrinka e Nadal)e lo ha fatto a 35 anni e 5 mesi diventando così il secondo tennista più vecchio di sempre a vincere uno Slam (il primo resta Ken Rosewall vincitore proprio dell’Australian Open a 37 anni).

Una sfida di altri tempi, una rivalità storica accompagnata però da rispetto, stima e dal fair play nei confronti dell’avversario. “Oggi Roger ha meritato più di me la vittoria” ammette il maiorchino. Gli fa eco lo svizzero “Quando ci siamo ritrovati alla tua accademia quattro mesi fa, nessuno dei due immaginava che ci saremmo ritrovati qui in finale. Il tennis è uno sport duro non esiste il pareggio, ma oggi lo avrei accettato”

Per Federer si tratta del 18° slam vinto in carriera (i titoli ATP sono 89) , nessuno prima di lui ne aveva vinti tanti. Lo svizzero è anche il primo ad aver vinto almeno 5 volte tre slam: Wimbledon 7, US Open 5, Australian Open 5. 87 sono invece i match vinti da Roger su 100 disputati all’Australian Open (record). È inoltre il primo tennista ad aver raggiunto almeno le semifinali del torneo per 11 anni consecutivi.

Numeri che fanno la storia e che arricchiscono un palmares ricco di titoli e record che chissà potrebbe impreziosirsi ulteriormente, perché di fronte a questi campioni non esistono limiti, nemmeno il tempo.

VOTA QUESTO ARTICOLO!



6 votanti totali, media: 4.83


Francesco Bernardelli

Sono nato nel 1991, vivo a Bresso ai confini con Milano. Laureato in Economia e Commercio sto terminando la laurea specialistica in Marketing e Mercati Globali. La mia grande passione è lo Sport. Mi interesso anche di Economia, Innovazione e Politica. Ho sviluppato, parallelamente al mio percorso di studi, la passione per la scrittura ed il giornalismo.



Aspetta! Non scappare!

Se ti piace UniCoffee perché non farne parte?

Scrivi con Noi!